Lyricist: Pantano, Francesco   Composer: Pantano, Francesco

oppongo resistenza fingendo, per
restare il più possibile al gioco che
ha un certo gusto solo se soffrendo un po’.
e abbino quindi tutta la mia fantasia
di parole al miele e biscottini al te
con momenti che hanno invece niente di romantico.
sarò il muro che si lascerà imbrattare
o l'aiuola di prato che puoi calpestare

colpiscimi fino farmi del male
e non fermarti se mi sentirai gridare.
prendimi come specie anormale
poiché è da un pò che faccio cose strane.

ignoro l'esistenza di logiche
come teorie legate alla gravità
quando mi espongo in bilico dondolando un po’.
sarò quella parte dorata che puoi grattare
quando hai il credito a zero e vorresti ricaricare

colpiscimi fino farmi del male
e non fermarti se mi sentirai gridare
prendimi come specie anormale
poiché è da un po’ che ho in mente cose strane

raccoglimi da terra o invitami ad alzare
e quando perderò coscienza ancora

colpiscimi fino a sanguinare
e non fermarti se mi sentirai implorare.
prendimi come specie anormale
poiché è da un po’ che ho in mente cose strane

colpiscimi fino farmi del male
e non fermarti se mi sentirai gridare.
prendimi come fossi normale
perchè è da un po’ che ho in mente cose
che faccio cose strane
oppongo resistenza fingendo, per
restare il più possibile al gioco che
ha un certo gusto solo se soffrendo un po’.

Faccio cose strane

Preview Open KKBOX

Lyricist: Pantano, Francesco   Composer: Pantano, Francesco

oppongo resistenza fingendo, per
restare il più possibile al gioco che
ha un certo gusto solo se soffrendo un po’.
e abbino quindi tutta la mia fantasia
di parole al miele e biscottini al te
con momenti che hanno invece niente di romantico.
sarò il muro che si lascerà imbrattare
o l'aiuola di prato che puoi calpestare

colpiscimi fino farmi del male
e non fermarti se mi sentirai gridare.
prendimi come specie anormale
poiché è da un pò che faccio cose strane.

ignoro l'esistenza di logiche
come teorie legate alla gravità
quando mi espongo in bilico dondolando un po’.
sarò quella parte dorata che puoi grattare
quando hai il credito a zero e vorresti ricaricare

colpiscimi fino farmi del male
e non fermarti se mi sentirai gridare
prendimi come specie anormale
poiché è da un po’ che ho in mente cose strane

raccoglimi da terra o invitami ad alzare
e quando perderò coscienza ancora

colpiscimi fino a sanguinare
e non fermarti se mi sentirai implorare.
prendimi come specie anormale
poiché è da un po’ che ho in mente cose strane

colpiscimi fino farmi del male
e non fermarti se mi sentirai gridare.
prendimi come fossi normale
perchè è da un po’ che ho in mente cose
che faccio cose strane
oppongo resistenza fingendo, per
restare il più possibile al gioco che
ha un certo gusto solo se soffrendo un po’.